Al via il 27° Congresso Nazionale della Federazione Italiana Cuochi

7 ottobre 2013

ficLunedì 7 ottobre aprirà i battenti il 27° Congresso Nazionale della Federazione Italiana Cuochi.

L’evento si svolge a Metaponto in Basilicata con oltre 600 partecipanti tra convegnisti ed ospiti.

La kermes sarà incentrata sulla pesca sostenibile.

Tra gli eventi della quattro giorni, vi è grande attesa per i cooking show tenuti dai grandi interpreti della cucina italiana: Pino Cuttaia in partnership con Identità Golose, Marcello Leoni in!partnership con Identità Golose, Pino Lavarra, la Nazionale Italiana Cuochi, i Maestri di Cucina, l’Ateneo di Cucina Italiana,le Lady Chef FIC e le nuove leve guidate dallo chef della Rai, nonchè responsabile del Dipartimento Giovani FIC, Alessandro Circiello che schiererà Niko Sinisgalli, Simone Loi e Gianluca Drago.

Un evento di assoluto primo piano nel settore.

Guarda il comunicato stampa di presentazione dell’evento.

Ristorante Tazio nel cuore di Roma

18 novembre 2011

Il Ristorante e Champagneria Tazio si trova all’interno dell’Hotel Exedra, 5 stelle di eleganza e raffinatezza nel cuore della Città Eterna.

Nell’architettura suggestiva del palazzo ottocentesco si sviluppano le piccole salette del ristorante, luoghi accoglienti e riservati dove cenare in totale tranquillità e apprezzare al meglio le prelibatezze culinarie.

I menu sono accuratamente selezionati per offrire un’ampia varietà di scelta, piatti semplici e genuini che devono molto alla tradizione italiana rivista in chiave moderna.

Il Lounge bar e la Champagneri propongono un selezione di vini da abbinare ad ogni piatto per valorizzarne al massimo i sapori e i profumi.

Lo stile inconfondibile del Ristorante Tazio lo rende la location ideale per trascorrere piacevoli momenti, godendo dei piaceri della cucina.

Per prenotare telefonare al numero 0648938061 oppure scrivere a tazio.roma@sinisgalli.com

Ristorante Posh a Roma: fascino ed eleganza

18 novembre 2011

Il Ristorante Posh si trova sulla panoramica terrazza del Boscolo Hotel Exedra a Roma, ed offre ai propri clienti la possibilità di vivere un’esperienza culinaria unica.

In un’atmosfera elegante e suggestiva potrete  godere delle creazioni enogastronomiche dei nostri Chef, caratterizzate da ricette dai gusti semplici e genuini.

Dalla terrazza è possibile ammirare lo splendido centro storico di Roma, un panorama mozzafiato che si arricchisce di colori e sfumature al calar del Sole.

L’ambiente è ampio e confortevole e si estende attorno alla moderna piscina per un impatto scenografico emozionante e conivolgente.

Il Ristorante Posh è aperto tutti i giorni e dispone di parcheggio privato, accesso per disabili e area fumatori.

La location ideale per immergersi nel fascino della Città Enterna.

Stanno per partire i nostri nuovi corsi di cucina

7 gennaio 2011

Lo Chef Executive Niko Sinisgalli vi invita a prendere parte ai suoi corsi di cucina, durante i quali avrete la possibilità di imparare i segreti della cucina, migliorando e approfondendo le vostre competenze.

Ogni corso si svolge in un’unica lezione di 5 ore, dove metterete mano ai fornelli, sperimentando e creando i vostri piatti. Una maniera semplice e coinvolgente per imparare facendo.

Vi insegneremo a scegliere le migliori materie prime, a presentare i piatti nella giusta maniera per valorizzarne l’aspetto e i sapori, a scegliere il vino più adatto per ogni occasione.

Tutti i partecipanti riceveranno dispense di approfondimento e un attestato di partecipazione al corso.

I prossimi corsi si terranno nei mesi di marzo e aprile nella sede di Trento, le iscrizioni chiuderanno a febbraio.

Il numero di partecipanti è fissato ad un massimo di 18 per corso, selezionati secondo l’ordine di prenotazione.

Per maggiori informazioni potete visionare i dettagli del  dettagli sui corsi di cucina di Niko Sinisgalli o utilizzare la pagina contatti per comunicare direttamente con lo Chef Executive Niko Sinisgalli.

Bella Sposa, il matrimonio perfetto

7 agosto 2009

Bella Sposa, il matrimonio perfettoIl 4 – 5 – 6 Agosto 2010 Niko Sinisgalli  presenta Bella Sposa, l’evento imperdibile per tutti i futuri sposi   dove poter trovare: bomboniere,  acconciature, fotografi, fioristi, estetista, mobilifici, abiti da sposa e tanto altro. Insomma proprio tutto quello che stai cercando.

Nella suggestiva ed elegante cornice del Miceneo Palace Hotel a Scanzano Jonico, un evento esclusivo per scegliere e scambiarsi consigli con professionisti dalla grande esperienza nell’organizzazione dei matrimoni. Perchè nel giorno più importante della vostra vita, nessun dettaglio deve esser lasciato al caso.

Nel corso della giornata potrete assaggiare e degustare alcuni piatti di alta cucina italiana preparati da Niko, per assaporare una piccola anteprima del vostro matrimonio.

Bella Sposa:
4 – 5 – 6 Agosto 2010
Dalle 10.00 alle 23.00 – Ingresso libero

Miceneo Palace Hotel – Via Provinciale, 2  – Scanzano Jonico (MT)

Ecco il mio nuovo blog!

16 luglio 2009

Per te che sei curioso di sapere chi sono davvero e per te che non ti bastano semplici chiacchiere ed indiscrezioni, ho creato questo nuovo blog, in cui scrivo queste parole con la speranza che possiate con loro capire ciò che sono, ed avere un’idea di chi c’è “dall’altra parte del piatto”.

E ora mi presento

Sono un chef italiano, di quelli che sono fieri d’esserlo, nato in un paesino del Sud e cresciuto tra i colori ed i profumi della generosa terra.  Le grida festose dei bambini in strada, i sorrisi sinceri delle madri indaffarate, le chiacchiere di paese delle comari ormai anziane hanno intessuto i miei ricordi e le mie attitudini.

Ne è passato di tempo da allora, ma il ricordo della mia nonna, della mia terra natìa e del suo calore non mi abbandona, e si può ritrovare nelle mie creazioni, nei prodotti che prediligo, quelli più freschi e naturali, e nella maggior parte delle basi dei piatti della mia cucina, che spaziano dagli antipasti fino alla pasticceria, con proposte sia di carne che di pesce, in modo da accontentare tutti i gusti.

Ma lo studio e la crescita hanno permesso ben presto anche un approccio a “ciò che c’è là fuori”.
Ho studiato e cucinato in vari ristoranti in tutto il mondo, ed per questo che nei miei piatti non c’è solo tradizione, ma anche un tocco di esotismo, di originalità ricercata, che amo trasmettere agli appassionati come me di questa splendida arte,  attraverso i miei corsi di cucina.

Sono attualmente considerato, da coloro che si definiscono esperti, uno tra i più qualificati e promettenti chef del panorama italiano. E’ una bella soddisfazione, lo ammetto, ma considero questo merito un punto di partenza, mai un traguardo.

Fermati ed assaggia

15 luglio 2009

In un triste mondo fatto di fast food e di poco tempo per godere senza ansie e sensi di colpa della buona cucina, fermarsi un attimo, mettersi a tavola, ed assaporare un piatto buono e genuino è una delle sensazioni più piacevoli che si possano provare.

Se poi la pietanza, riesce a stuzzicare anche il cervello, oltre che il naso, gli occhi ed il palato, diventa sempre una vera e propria conquista.

Riscoprire il valore del tempo, ma anche quello dei ricordi, sempre più spesso nascosti sotto una coltre di cose-da-fare e di pesanti informazioni è ormai una missione. Una missione che porto avanti per te, attraverso l’arte della buona cucina italiana moderna.

L’inizio di un viaggio
Un piatto preparato ad arte, secondo tutti i canoni gastronomici, secondo insomma le regole di un’arte (se un’arte può avere regole…) può essere un punto di partenza di un viaggio, fatto di richiami a eventi e luoghi dimenticati, che un ingrediente o un particolare aroma può letteralmente “resuscitare” per farti provare un piacere ormai dimenticato.
Ed i miei piatti sono proprio questo, punti di partenza e viaggi allo stesso tempo, tra i colori, i sapori e gli odori avvolgenti delle terre meridionali.

Il menu che mi rappresenta è sempre capace di portare in tavola un originale connubio di vecchio e nuovo, tradizionale e originale, grazie all’esperienza accumulata nel corso degli anni sia nei viaggi intorno al Mondo, sia negli studi delle proprie radici.

L’incanto di una pietanza
Ricordati sempre che il cibo è uno tra i rarissimi elementi capaci di stimolare più sensi contemporaneamente. Ed ogni piatto è davvero un tripudio di sensi. Una opera d’arte che si ammira, si annusa, riporta alla mente soltanto il buono di noi e di quello che ci circonda.

E’ una presenza ai tuoi occhi che pulsa energia e stimola una serie di fantasie. Quando poi la forchetta si poggia lieve a tastare la morbidezza, o la croccantezza del piatto, la necessità di “vivere” la pietanza assaggiandola diventa un desiderio sublime.

E abbandonati pure al tuo desiderio e scopri come con un piatto speciale si può toccare il paradiso.

Polpo con zenzero e patate croccanti

15 luglio 2009

Una ricetta semplice ma gustosa, in cui riscoprire i sapori del mare e gli aromi titpici del meditterano.

Ingredienti:

  • Polpo del Metapontino
  • Patate
  • Olive di Gaete
  • Capperi di Pantelleria Pomodori canditi
  • Olio
  • Zenzero
  • Sale
  • Origano fresco

Polipo con zenzero e patatePreparazione:
Far bollire il polpo per circa 15 minuti e farlo raffreddare nella sua stessa acqua. Una volta che si è raffreddato pulirlo bene, tagliarlo a tocchetti e metterlo all’interno di un recipiente abbastanza ampio. Condire il tutto con con olio, zenzero, sale ed origano fresco.

Per fare la salsa tritare le olive, i capperi, i pomodorini canditi e aggiungere olio quanto basta.
Infine pelare le patate, affettarle finemente come dei piccoli fiammiferi e friggerle in abbondante olio.

Il mio consiglio:
Per rifinire il piatto, servitevi dell’aiuto di uno stampino e posizionate il polpo al centro del piatto. Decorate le estremità del piatto con la salsa di capperi e olive e infine mettete il nido di patate croccanti sull’insalatina di polpo.

Gli accessori per il vino

14 luglio 2009

Il vino ha un ruolo fondamentale nella cucina, perché consente di valorizzare al meglio le proprie creazioni.

Amare il vino vuol dire amare la buona cucina, in questo articolo affronteremo il tema degli accessori per il vino indispensabili per esaltare al meglio le caratteristiche.

I sommelier professionisti utilizzano un calice de degustazione ISO, che rispetta precisi criteri volumetrici-ossigenativi.

È infatti molto importante sottolineare quanto sia importante la forma e le dimensioni di un bicchiere per degustare in maniera corretta.

Esistono diverse tipologie di vini, con caratteristiche proprie dovute al tipo di vite, alla lavorazione e alle modalità di conservazione.

Che siano vini bianchi secchi, frizzanti, aromatici, vini rosati o vini rossi corposi, maturi e invecchiati, è indispensabile utilizzare il bicchiere che meglio consente di apprezzarne le peculiarità distintive.

Per esempio un vino bianco non ha necessità di un bicchiere troppo grande, adatto invece al vino rosso che grazie all’ossigenazione farà emergere i suoi aromi e il suo bouquet. Uno spumante classico invece deve essere degustato in un flute che consente di sviluppare in modo corretto il perlage.

Tradizionalmente realizzati in vetro o cristallo, sono molto diffusi tra gli appassionati i bicchieri per il vino in argento, che hanno la particolarità di sfruttare le caratteristiche igienizzanti del metallo per esaltare il sapore dei vini.

Un altro strumento indispensabile è il tastevin, che ha la funzione di permettere un’analisi visiva ed olfattiva corretta.

Il cestello è utilizzato invece per mantenere il vino in una posizione ideale perché non si miscelino i sedimenti, particolarmente presenti nei vini rossi invecchiati.

A questo scopo si fa ricorso al decanter, che consente di travasare il vino dalla bottiglia, mantenendolo puro.

Per controllare che durante il travaso non vengano miscelati eventuali sedimenti si è soliti avvicinare una candela accesa alla parte superiore della bottiglia, in modo da tenere sotto controllo la limpidezza del vino.

Non si può infine fare a meno del termometro per controllare la temperatura di servizio del vino, e del secchiello termico per far raggiungere in modo graduale la temperatura giusta.